Fontane e giochi d’acqua

biciclette_Duomo

di Cristiano Fabris

ITINERARIO


Partendo dalla fontana più famosa “la torta degli sposi” di Piazza Castello si percorre tutta la parte nord della città.
 
Ponte delle Sirenette
Parco Sempione
Quando negli anni trenta i Navigli furono coperti, dalla contrata San Damiano, fu salvato il ponte delle Sirenette e collocato all’interno del Parco Sempione. Le quattro graziose statue di sirenette in ghisa, ribattezzate le sorelle Ghisi dai vecchi milanesi, fanno sa sentinelle ai due capi del ponte.
 
Fontana dei Tritoni
Via Andegari
Disegnata dall’architetto Minali (1928) a imitazione delle fontane barocche romane, è costituita da due talamoni che sorreggono una grande conchiglia da cui zampilla l’acqua che ricade in una vasca. Il motto indicato ai piedi delle due statue è un invito a coltivare due virtù (parsimonia e generosità): tute e servare e munifice donare.
 
Fontana del Piermarini
Piazza Fontana
Le due statue di sirene con delfini in marmo candido, ornano la vasca di granito della funtagna disegnata dal Piermarini e che da il nome alla piazza. Maestosa meriterebbe un contesto adeguato.
 
Peschiera delle Guastalla
Via Francesco Sforza
Un vero gioiello barocco all’interno del giardino del Collegio della Guastalla. Duplice era la sua funzione: garantiva pesce fresco nei giorni di festa e abbelliva il giardino. Si accede alla vasca, circondata da una balaustra di pietra scendendo quattro gradinate che creano una bella scenografia. Sulla stessa via in una facciata di una casa moderna è incisa un’esaltazione dell’acqua come finte di vita: aqua vivimus e ut vivas vigilia.
 
Fontana di Pinocchio
Corso Indipendenza
Posizionata nei giardinetti di corso indipendenza, fu realizzata dallo scultore Fagioli. Il bambino Pinocchio ha conquistato la sua dimensione umana e ai suoi piedi giace un triste mucchio di legnetti. Un volpe si aggira con fare interrogativo.
 
Casa della Fontana
Via Vittorio Veneto 24
E’ una lussuosa casa privata anni Trenta, in cui abitò per molti anni il grande Dino Buzzati. Prende il nome dalla vasca dove adagiato all’interno si trovata la virile statua del dio Fiume dove ai piedi guizza un pesce. L’acqua scorre verticale rivestita di tesserine quasi un mosaico di colore azzurro
 
Fontana di San Francesco
Piazza Sant’Angelo
E’ sicuramente tra le migliori ambientazioni milanesi: sul sagrato ombroso della chiesa francescana di Sant’Angelo. San Francesco a grandezza naturale, parla ai piccioni veri e finti che si abbeverano. I versi del cantico delle Creature , che esaltano le virtù dell’acqua (umile, preziosa e casta) sono riportati lungo l’orlo del pozzale.

PERCORSO


Dalla fontana del Castello Sforzesco, dall’altro lato del parco, si trova il Ponte delle Sirenette. Da lì si prosegue percorrendo viale Alemagna, via Alberto da Giussano, via Gioberti, Piazzale Cadorna, via San Tommaso, via Bossi si arriva a via Andegari dove troverete la Fontana dei Tritoni.
 
Si prosegue per Piazza Bel Gioioso, via Catena, via San Paolo, Piazza Beccaria, Piazza Fontana dove è situata la Fontana del Piermarini. Per poi pedalare in via San Clemente, via Larga, piazza Santo Stefano, via San Barnaba, vi Abesana dove si può ammirare il giardino della Guastalla.
 
Di seguito attraversare viale Regina Margherita, via Campi,via Spartaco, via Cadore, attraversare i giardini di Largo Marinai d’Italia, corso XXII Marzo,piazza Grandi, corso Indipendenza in cui è situata la Fontana di Pinocchio. Si termina il percorso tra Via Castel Marrone, via Bellotti, via Salvini,corso Venezia, Bastioni Porta Venezia e viale Vittorio Veneto.

FOTO


Casa della FontanaCastello SforzescoFontana dei PiermariniFontana dei TritoniFontana di PinocchioFontana di San FrancescoPeschiera della GuastallaPonte delle Sirenette

Fontane e giochi d’acqua ultima modifica: 2014-10-10T13:18:06+02:00 da expo
2019 Driving Lombardia - P.Iva 06702290963 - info@drivinglombardia.com - Cookie policy & Privacy